Quanto è Bello Far Rumore 24/09/2021

Concerto benefit compagx inguaiatx nella lotta alle frontiere

24/09/2021

H-21:00

Lineup:

  • Krav Boca (Punk rap mandolin heroes / Francia-Grecia)
  • Gufonero (Post hardcore atomic duo / Trentino)
  • My Own Voice (Old school Hardcore / Milano)
  • Barbed Wire (Emocore 90’s style / Roma)

NO FASCI /// NO SBIRRI /// NO MACHI

(A)

 

LA MONOCOLTURA DELLA MENTE – la colonizzazione di Amazzonia e Cerrado da parte dell’agroindustria

 

Giovedì 23 settembre

h-18:00, aperitivo

h-19:00,, incontro

 

“I signori del potere sono seduti a parlare per decidere il futuro che ci devono dare”. Milano 2021, nel primo week-end di ottobre ospiterà la pre-cop 26, un incontro preliminare al summit internazionale sul riscaldamento globale. La prima COP si svolse a Berlino nel 1995, da allora la crisi climatica è solo peggiorata di anno in anno e le sue tragiche conseguenze iniziano ad essere evidenti e non riguardare soltanto le aree più calde del mondo. Questa estate gli incendi dovuti alla siccità hanno raggiunto il mediterraneo, mentre moltissime sono state le alluvioni con conseguenze letali.

Punti focali del summit saranno la decarbonizzazione mediante un sempre più massiccio utilizzo dell’idrogeno e del nucleare e l’elettrificazione dei veicoli da sostenere attraverso la realizzazione di “GigaFactories” in grado di produrre batterie con tecnologia avanzata. Non bisogna essere ingegneri per capire che queste non sono soluzioni, è evidente come l’obbiettivo di questi summit è difendere la produzione, cercare nuovi mercati e spartirsi ciò che ancora c’è da sfruttare. Inizia ad essere chiaro anche che la società industriale non ha gli strumenti per fare fronte alla catastrofe, non si può risolvere un problema con lo stesso tipo di pensiero che lo ha creato.

A fronte della fame di energia elettrica vengono ignorati i bisogni essenziali. Cosa mangiamo, dove viviamo e su quali basi sono costruite le nostre collettività. Per ogni bisogno semplice ed essenziale vengono proposte miriadi di servizi e prodotti che nascondono la miseria della quotidianità nella società industriale. Dal bisogno di ripartire da ciò che è essenziale nasce l’incontro “monocolture della mente”. Agroindustria, monocolture, allevamenti intensivi, grande distribuzione e fast food. Come la società industriale risolve il bisogno essenziale di cibo? In che modo la produzione tecnologica di cibo modifica i luoghi? La storia, relativamente breve, della colonizzazione dell’Amazzonia e del Cerrado da parte dell’agroindustria, mostra tutte le contraddizioni di queste pratiche.

L’Amazzonia è a un punto critico, in soli trent’anni, la deforestazione è avanzata fino a mettere in crisi l’equilibrio biologico millenario che sostiene il suo ecosistema. In Brasile, la foresta pluviale e la meno celebre savana del Cerrado stanno scomparendo, sostituite da enormi monocolture. Dove un tempo c’era una biodiversità selvaggia e incontaminata, oggi vi sono sconfinati campi, in cui un’unica pianta sterile si ripete serialmente fino dove lo sguardo può arrivare. L’invasione dei territori delle comunità indigene che da millenni abitano la foresta è l’esempio eclatante di come il capitalismo non permette alternative alla sua monocultura, o ci sei dentro o sei destinato a scomparire. La rapidità con cui questo sta avvenendo ci mostra la voracità, l’arroganza e l’impossibilità di convivere con questo sistema.

Le istituzioni affrontano i temi ambientali battendo sulla responsabilità civile dell’individuo, “chiudete l’acqua mentre vi lavate i denti, spegnete sempre tutte le luci, cercate di consumare meno carne e meno plastica, utilizzate i mezzi pubblici”; Questo approccio stride con la realtà di un mondo globalizzato in cui un numero relativamente ristretto di grandi multinazionali domina il mercato ed è responsabile della maggior parte dell’inquinamento e dei disastri ambientali che si celano dietro l’abbondanza della società capitalista.

Ci incontriamo per conoscere meglio la società in cui viviamo, i nomi dei grandi marchi che sfamano e affamano il mondo e il loro modus operandi. Ci incontriamo anche per condividere le forme di resistenza che le popolazioni espropriate dai loro terreni stanno mettendo in pratica e per capire in che modo contribuire alla resistenza contro la monocoltura dei campi e della mente.

CONCERTO

17/09/2021 h-22:00

Lineup:

-Kalashnikov (Punk-Milano) https://kalashnikovcollective.bandcamp.com/

-Golpe (Punk-Milano)                             https://golpepunx.bandcamp.com/

-Kobra (Punk-Milano)                    https://kobrapunx.bandcamp.com/

NO FASCI // NO SBIRRI // NO MACHI // NO FOTO

Support your local squats!! (A)

 

Programma e line up compleanno Villa (2-3 luglio)

Ecco il programma delle intensissime due giornate per i 23 anni di Villa Vegan Occupata!

Venerdì 2/07

dalle 14.00: fiera delle autoproduzioni + mostra “Ostile Serigrafia

alle 18.00: presentazione “Visto per Censura”, libro-cd diy dei Contrasto

alle 20.00: proiezione “Uragano negli occhi“, uno sguardo sulla Milano hardcore punk

a seguire concerto con:

Peep – Gezora – Mordax

Sabato 3/07

dalle 11.00: fiera delle autoproduzioni + mostra “Ostile Serigrafia

alle 14.00: presentazione dell'”Erbario Antipatriarcale

alle 16.00: presentazione “15×0=0“, libro sui 15 anni di Ostile serigrafia

alle 18.00: presentazione del libro “Schegge di rumore

alle 20.00 concerto!! con:

Neid – Neeskens – Potere Negativo – La Città Dolente – Malgrado – Zona d’Ombra

Durante la due giorni, campeggio libero nel bosco della Villa, cibo vegan e bar autofinanziamento casa (ci piove in testa!)

Per info campeggio e banchetti: villavegansquat@inventati.org                  Via Litta Modignani, 66 (Milano) // Affori FN (M3), bus 40-41

 

 

CALL APERTA

 

 

Fiera delle autoproduzioni
Villa Vegan Occupata

CALL APERTA X ESPOSITORX
Deadline: domenica 27 giugno

2 GIORNI di punk e autoproduzioni

Il 2 e 3 luglio 2021 abbiamo deciso di festeggiare in grande il compleanno di Villa Vegan con due giorni dedicati alle autoproduzioni grafiche e non solo (!), concerti e presentazioni.
La proposta per lx espositorx è una due giorni di mercatino D.I.Y..
Vogliamo essere sommersx da un mare di fanzines, poster, illustrazioni, stampe e di tutto quello che create con le vostre splendide manine!

Non vorremmo che fosse un momento separato dalle nostre vite in cui ci si becca, si fa la fiera e finisce tutto (sarebbe solo consumare),
ma spingere il più possibile per tirare fuori quello che davvero ci piace di queste situazioni che permettono alle nostre vite e alla nostra creatività
e urgenza di comunicazione di intrecciarsi.
Questo parte anche dallo spazio in cui ci si incontra, non è un luogo neutro. E’ un posto occupato, è un posto anarchico, è la nostra casa. E’ un posto che esiste
per creare qualcosa di diverso che vada contro tutto ciò che ci uccide e ci soffoca.
L’arte e le autoproduzioni non sono per noi qualcosa di distante a cui ci dedichiamo saltuariamente, ma sono la nostra quotidianità e ciò che contribuisce a farci vivere e sopravvivere.
E lo facciamo con amore.
Questa iniziativa è per festeggiare il compleanno della Villa, e vorremmo farlo insieme.
Questo è un posto in cui si sperimentano modi non ordinari di vivere, in cui si crea e si condivide. Pertanto ci teniamo che questa sia un’opportunità per stare insieme e conoscersi.
Vorremmo che il tempo che si passa insieme lo si costruisse collettivamente in autogestione.

INFO:
Per partecipare come espositorx con il tuo banchetto scrivici a villavegansquat@inventati.org
Se vieni da lontano c’e la possibilità di essere ospitatx
Porta tavolo, sedia, tenda e tanto tanto antizanzare.

2-3 luglio: 23 anni di Villa Vegan Okkupata!

Happy BirthDIY!

Il 2 e 3 luglio 2021 festeggiamo insieme i 23 anni di Villa Vegan Okkupata, con una due giorni a base di autogestione e do it yourself: fiera delle autoproduzioni, presentazioni, discussioni, concerti punx e non solo… Il tutto condito con abbuffate vegane, fiumi di sudore, birre calde, degrado, lividi e tante zanzare.

Maggiori info su: campeggio libero, line up e open call per espositorx fuori prestissimo!

On the 2-3 of July 2021 we celebrate together the 23rd birthday of Villa Vegan Squat, with two days of self-management and do it yourself: self-productions fair, presentations, discussions, punk shows and much more… all seasoned with vegan feasts, rivers of sweat, warm beers, decay, bruises and lots of mosquitoes.

More infos on: free camping, line up and open call for exhibitors out soon!

6/06 – Sartoria DIY

Essendo grandi appassionatx di monnezza e dei suoi svariati (ri)utilizzi, domenica 6 giugno dalla ore 14.30 faremo un laboratorio di sartoria e serigrafia per dare nuova vita a stoffe e vestiti recuperati e freeshoppati. Cuciremo una borsa di tela che stamperemo in serigrafia a telaio aperto (se non sai cosa voglia dire fa niente, sappi che è bello), quindi se hai vestiti brutti ma con stoffe belle (o stoffe brutte per fare borse belle) e/o materiali per cucire (fili, aghi per le macchine da cucire, anelli o altri gingilli per fare inserti), portali!

4/06 – “In the Punkine” jam session

Ciao a tuttx, reduci dal vuoto che la situazione pandemica ha lasciato, abbiamo una gran voglia di ritrovarci sotto a un palco, e di farlo rompendo gli schemi e i modelli già consolidati, proponendo un momento di sperimentazione musicale. Le sottoculture da sempre hanno dato voce al disagio metropolitano (e non solo), alla voglia di rivalsa e alla critica radicale del mondo in cui viviamo. Allo stesso tempo però, a volte diventano spazi di autoghettizzazione e chiusura in linguaggi standardizzati che vengono poi recuperati dal sistema.

Con la voglia di rompere qualche schema, proponiamo il 4 giugno dalle 18.30 un incontro tra due mondi, il punk e il rap, con un palco aperto e una jam session, alla ricerca di nuovi linguaggi e complicità. Vogliamo costruire un momento informale, conviviale e autogestito, senza la formalità di uno spettacolo preimpostato, senza ansia da prestazione né la pretesa di fare buona musica, ma di riportare questi generi musicali alla viscerale esigenza espressiva dalla quale sono nati. A disposizione ci saranno batteria e amplificazione, sia per basso che per chitarra. Se volete suonare, portate gli strumenti.

08/05 – Noi non siamo come voi

Sabato 8 maggio dalle ore 15

Incontro e chiacchiera sulla storia del panico anarchico fiorentino, di occupazioni e lotte anarchiche a firenze.

A seguire, aperitivo benefit operazione panico

In Villa Vegan Squat, via litta modignani 66 (Affori FN)

p.s. porta l’antistaminico che siamo pienx di pollini; l’iniziativa si svolgerà all’aperto.

"la via della libertà giace sulle rovine delle nostre città"